STATUTO
Home Page Statuto Organigramma Prima squadra Juniores Scuola Calcio Archivio Dicono di noi
 
 
 

STATUTO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA NON RICONOSCIUTA

A.S.D. TIRIOLO DUE MARI

S T A T U T O

TITOLO I

Articolo 1 – DENOMINAZIONE E SEDE

A norma dell’art.18 della Costituzione Italiana e degli artt. 36, 37 e 38 del Codice Civile è costituita l’Associazione Sportiva Dilettantistica, senza finalità di lucro, denominata A.S.D. TIRIOLO DUE MARI_- Associazione Sportiva Dilettantistica - . L’Associazione ha sede legale in Tiriolo (CZ), via De Filippis, n.3. L’Associazione potrà esplicare la propria attività sull’intero territorio nazionale ed anche all’estero. I colori sociali dell'associazione sono: Granata.

Articolo 2 - OGGETTO SOCIALE E SCOPI

L’Associazione, ente apolitico ed aconfessionale, a norma dell’art. 29 dello Statuto del C.O.N.I. non persegue finalità di lucro, ha per oggetto la pratica dilettantistica dello sport del calcio, calcetto e calciotto nell'ambito della F.I.G.C., L.N.D. nonché lo svolgimento di attività didattica con lo scopo di svolgere, propagandare, avviare, aggiornare, perfezionare e promuovere la pratica sportiva della disciplina in tutte le sue forme e manifestazioni, anche attraverso la gestione di impianti sportivi. L’Associazione dilettantistica assume la forma di Associazione non riconosciuta caratterizzata dai principi di democrazia e di uguaglianza dei diritti degli associati e dall’elettività delle cariche associative. Essa potrà avviare iniziative pubbliche atte al reperimento di fondi per lo svolgimento di i benefiche, e conforme ai principi dell'associazionismo di cui alla legge 383/2000, potra' altresi' attivare convenzioni con altri enti privati in modo da favorire a condizioni economiche piu' vantaggiose per i propri associati, nonche' propri familiari, acquisti di vario genere e forniture di servizi.

Articolo 3 - ACCETTAZIONE DELLE NORME E DIRETTIVE CONI E FEDERALI

A.S.D. TIRIOLO DUE MARI_ accetta incondizionatamente, anche per i propri organizzati, le

norme statutarie e regolamentari della Federazione Italiana Giuoco calcio (F.I.G.C.) L.N.D. e del C.O.N.I.

impegnandosi ad accettare e ad eseguire le decisioni dei suoi Organi.

Articolo 4 - DURATA

La durata dell’Associazione è a tempo indeterminato.

TITOLO II

Articolo 5 - SOCI

Sono soci coloro che fanno domanda di ammissione al Consiglio Direttivo.

Chiunque può essere ammesso a far parte dell’Associazione e, come socio, essere eletto alle cariche associative. La qualifica di socio diviene definitiva con la consegna della tessera, previo pagamento della quota associativa annuale nella misura stabilita dall'Assemblea.

I soci si distinguono in due categorie:

SOCI FONDATORI.

Sono soci fondatori coloro che parteciperanno e sottoscriveranno l'atto costitutivo dell'ASD

SOCI SOSTENITORI.

Sono soci sotenitori coloro chevogliono sostenere l'attivita' dell'A.S.D. senza impegni istituzionali. L'ammissione a socio sostenitore e' valida dalla data del pagamento della quota annuale stabilita dall', anno per anno, comunque sempre in misura inferiore a quella stabilita per i soci fondatori. I diritti dei soci sostenitori saranno esplicitati nel regolamento interno che verra' sottoscritto in sede di adesione all'A.S.D.

Articolo 6 - AMMISSIONE DEI SOCI

Fanno parte dell’Associazione in qualità di soci ordinari tutti coloro che abbiano presentato domanda di ammissione ratificata dall'Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo e si impegnano al pagamento della quota associativa annuale. Tutti i soci si impegnano a prendere conoscenza dello Statuto Sociale, del Regolamento Interno, nonché della normativa federale, a rispettarne i contenuti ed a fare riferimento costante all'associazionismo sportivo.

Articolo 7 - DIRITTI E DOVERI DEI SOCI

Tutti i soci, in regola con la quota associativa, hanno diritto di voto in assemblea e possono accedere a tutte

le cariche sociali secondo le modalità previste dal presente Statuto.

I soci sono tenuti:

1.                  - al pagamento della quota annuale sociale o contributo associativo;

2.                  - all'osservanza dello Statuto Sociale, degli eventuali Regolamenti Interni e delle deliberazioni degli Organi sociali;

3.                  - al rispetto individuale della normativa federale e sportiva.

In caso di comportamento difforme, che rechi pregiudizio agli scopi e/o al patrimonio dell’Associazione, il Consiglio Direttivo dovrà intervenire proponendo all’Assemblea le seguenti sanzione: richiamo, diffida, espulsione, radiazione dall’Associazione. Qualora l’escluso non condivida le ragioni addotte può, entro 15 (QUINDICI) giorni, ricorrere all’Assemblea dei soci verso il cui responso il socio potrà ricorrere all’Autorità Giudiziaria competente, a norma dell’art.24 del Codice Civile, entro 6 (SEI) mesi dal giorno in cui gli è stata notificata la deliberazione.

Il socio può recedere dall’Associazione senza diritto ad alcun compenso, rimborso od indennità, dandone comunicazione scritta al Consiglio Direttivo a norma dell’art. 24 del Codice Civile. Le dimissioni da organi, incarichi e funzioni devono essere comunicate anche all’organo di cui il socio fa parte.

La quota o contributo associativo è intrasmissibile ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte.

Articolo 8 - PERDITA DELLA QUALITA' DI SOCIO

I soci cessano di essere tali per:

1.                  recesso volontario: così come regolato dall’art. 7 del presente Statuto;

2.                  espulsione: che è deliberata dall'Assemblea straordinaria su proposta del Consiglio Direttivo in caso di mancato pagamento delle quote sociali;

3.                  radiazione: che è deliberata nelle stesse forme in caso di gravi violazioni dello Statuto o del

4.                  radiazione: che è deliberata nelle stesse forme in caso di gravi violazioni dello Statuto o del Regolamento Sociale ovvero delle normative federali;

5.                  causa di morte.

TITOLO III

Articolo 9 - STRUTTURA DELLA ASSOCIAZIONE

Gli Organi sociali sono:

1.                  - L'Assemblea dei soci;

2.                  - Il Presidente;

3.                  - Il Consiglio Direttivo;

Articolo 10 - L'ASSEMBLEA DEI SOCI

L'Assemblea dei soci è il massimo organo deliberante della Associazione

La convocazione dell'Assemblea dei soci deve essere comunicata qualsiasi mezzo che ne assicuri la ricezione, ad ogni socio almeno 15 (quindici) giorni prima della data fissata e deve contenere gli argomenti all'ordine del giorno, l'indicazione della data, dell'ora e del luogo della riunione. Ogni socio potrà farsi rappresentare nell'Assemblea, quando non sia diversamente previsto da presente Statuto, mediante delega. Il delegato non potrà rappresentare più di 1 (UN) socio.

L'Assemblea dei soci, regolarmente convocata e costituita, rappresenta la totalità dei soci,

per cui le deliberazioni prese in conformità delle norme statutarie obbligano e vincolano tutti i soci, compresi gli assenti. Le deliberazioni dell’Assemblea, in prima convocazione, sono prese a maggioranza di voti con la presenza di almeno la metà degli associati aventi diritto al voto; in seconda convocazione la deliberazione è valida qualunque sia il numero degli intervenuti, ad eccezione dei casi di modifiche allo Statuto sociale, per le quali è richiesta la presenza di ⅔ (DUE TERZI) dei soci aventi diritto al voto e la maggioranza dei presenti;

- L'Assemblea dei soci si deve riunire, in via ordinaria, almeno una volta l'anno, su convocazione del Presidente entro il 30 marzo di ogni anno. Non sono ammesse deleghe.

Sono compiti dell'Assemblea ordinaria:

1.                  - l’elezione degli altri organi sociali;

2.                  - l’approvazione del rendiconto Economico – Finanziario.

3.                  - la trattazione di tutti gli altri oggetti attinenti la gestione sociale riservati alla sua competenza dallo Statuto, dalla legge o sottoposti al suo esame dal Consiglio Direttivo;

4.                  - determinazione della quota associativa annuale a carico dei soci.

- L'Assemblea dei soci potrà essere convocata, in via straordinaria, ogni qual volta se ne ravvisi la necessità;

1.                  su convocazione del Presidente o del Vice Presidente;

2.                  su richiesta scritta di almeno 51% (Cinquantuno percento) dei soci;

3.                  su richiesta scritta di almeno ⅔ (DUE TERZI) dei consiglieri.

Sono compiti dell'Assemblea straordinaria:

1.                  - deliberazioni in merito a modifiche strutturali, trasformazioni, fusioni e scioglimento e liquidazione del sodalizio;

2.                  - modifiche allo Statuto;

3.                  - decisioni in merito a tutte le questioni in cui sia stata investita, comprese le sanzioni

disciplinari.L'Assemblea, ordinaria e straordinaria, delibera a scrutinio segreto, per appello nominale o per acclamazione.

La votazione per l'elezione degli altri organi ociali e le sanzioni disciplinari deve avere

luogo a scrutinio segreto.

Articolo 11 - IL PRESIDENTE

Il Presidente è eletto ogni quattro anni dall'Assemblea dei soci; gli sono attribuite la direzione e la legale rappresentanza del sodalizio, nei confronti dei terzi ed in giudizio ed

ha la firma sociale; gli competono inoltre il coordinamento di tutte le attività ed il controllo diretto sulla gestione amministrativa e tecnico-sportiva.

Presiede il Consiglio Direttivo.

Articolo 12 - IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il sodalizio è amministrato e diretto dal Consiglio Direttivo composto da ___8_____ membri, dal

Presidente , esso sarà allargato ai componenti dello staff. tecnico composto da Allenatore, Vice allenatore Preparatore atletico. Gli stessi avranno uguiale diritto di voto.

Il Consiglio Direttivo è eletto ogni 4 dall'Assemblea dei soci.

Si riunisce almeno 6 volte all’ anno su convocazione del Presidente . Può essere convocato in via straordinaria dal Presidente , o su richiesta scritta di almeno 2/3 dei suoi componenti. In tal caso la convocazione avviene a mezzo di lettera raccomandata con ricevuta di ritorno da inviarsi almeno 5 (Cinque) giorni prima della data stabilita per la riunione.

La convocazione deve contenere la data e l'ora della prima e della seconda convocazione, il luogo della riunione e l'ordine del giorno.

Il Consiglio Direttivo è validamente riunito allorché sia presente la metà più uno dei componenti.

Il Consiglio Direttivo ha i più ampi poteri nella gestione ordinaria del sodalizio, con facoltà

di compiere tutti gli atti che ritiene opportuni per il raggiungimento degli scopi sociali, esclusi soltanto quelli che per Statuto risultino in modo tassativo riservati all'Assemblea, di

fronte alla quale è responsabile del proprio operato.

Nei casi di straordinaria amministrazione, il Consiglio Direttivo può disporre autonomamente del fondo sociale, nei limiti del 20% del residuo del rendiconto Economico - Finanziario

Sono compiti del Consiglio Direttivo:

1.                  - programmare le attività sociali in conformità dello Statuto;

2.                  - stabilire l'entità delle quote sociali annuali da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea;

3.                  - redigere il Bilancio Preventivo da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea;

4.                  - redigere rendiconto Economico – Finanziario da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea;

5.                  - predisporre i Regolamenti Interni da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea;

- proporre le questioni relative all'ammissione, espulsione o radiazione dei soci, sulle quali delibera e/o ratifica l'Assemblea.

Il Consiglio Direttivo delibera a maggioranza dei presenti ed aventi diritto al voto; in caso di parità di

voti prevale il voto del Presidente o, in caso di sua assenza o impedimento, quello del Vice Presidente.

Non è vietato agli amministratori di ricoprire cariche sociali in altre società o associazioni sportive dilettantistiche nell’ambito della medesima disciplina o disciplina associata se riconosciuta dal C.O.N.I., ovvero nell’ambito della medesima disciplina facente capo ad un ente di promozione sportiva.

E' facoltà del Consiglio Direttivo istituire ed attribuire nel proprio ambito ulteriori cariche (Segretario, Responsabile Tecnico, etc.).

Articolo 13 - RIELEGGIBILITA' E NON RETRIBUZIONE DELLE CARICHE

Tutte le cariche sociali sono rieleggibili.

E' esclusa ogni forma di retribuzione diretta o indiretta delle stesse, fatta salva la possibilità

di ottenere il rimborso delle spese sostenute e documentate, per lo svolgimento degli incarichi sociali.

TITOLO IV

GESTIONE E FONDO

Articolo 14 - FONDO SOCIALE

Le quote annualmente corrisposte dai soci e i beni acquistati con esse costituiscono il fondo comune del sodalizio.

Articolo 15 - DIVIETO DI DISTRIBUZIONE DEGLI UTILI

Non potranno essere distribuiti, anche in modo indiretto e/o differito, proventi, avanzi di gestione e/o utili nonché fondi, riserve o capitale.

Articolo 16 - SCIOGLIMENTO

L'Assemblea straordinaria delibera lo scioglimento e la liquidazione del sodalizio.

Lo scioglimento del sodalizio deve essere deliberato da apposita Assemblea straordinaria, validamente costituita con la presenza di almeno ¾ (TRE QUARTI) degli associati aventi diritto al voto, con l’approvazione a maggioranza qualificata, sia in prima che in seconda convocazione, di almeno ¾ (TRE QUARTI) dei soci esprimenti il solo voto personale, con esclusione delle deleghe.

Articolo 17 - LIQUIDAZIONE

L'Assemblea che delibera lo scioglimento deve altresì specificare le modalità della fase di liquidazione. In particolare:

1.                  - Deve nominare i liquidatori, che operino gratuitamente se prescelti tra i soci.

2.                  - Esperita la liquidazione di tutti i beni mobili ed immobili, estinte le obbligazioni in

essere, tutti i residui saranno devoluti, al fine di perseguire finalità sportive di utilità generale, ad Enti o ad Associazioni che perseguono la promozione e lo sviluppo

dell’attività sportiva, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

TITOLO V

DISPOSIZIONI FINALI

Articolo 18 - RICHIAMO AD ALTRE NORME

Per tutto quanto non previsto espressamente dal presente Statuto, si fa riferimento alle norme del Codice Civile, allo Statuto ed al Regolamento Organico della Federazione

Italiana giuoco calcio – Lega Nazionale dilettanti. 

 
     

SITO OTTIMIZZATO PER UNA RISOLUZIONE 1024X768

© 2008-2009 Tutto il materiale di questo Sito è Copyright  www.asdtirioloduemari.it

E' Vietata la riproduzione. Tutti i diritti sono riservati